I 4 più grandi miti sulla perdita di peso da conoscere

frutta-cocktail

Se avete qualche chilo da perdere, non siete soli. Le statistiche mostrano che, solo negli Stati Uniti, ben il 65% della popolazione si considera in sovrappeso. Dopotutto, viviamo in tempi moderni in cui le persone sono meno attive fisicamente e le nostre scelte alimentari non sono sempre ben nutrite.

Se avete deciso che siete pronti a perdere finalmente il peso che desiderate, è utile conoscere in anticipo alcune delle idee sbagliate più comuni. Evitare queste idee sbagliate può aiutarvi a risparmiare tempo e a ottenere risultati migliori e duraturi.

Ecco alcuni dei principali miti sulla perdita di peso che dovreste conoscere prima di immergervi nel vostro percorso di dimagrimento.

Le diete drastiche promettono risultati rapidi

Le diete drastiche, come l’eliminazione totale di un gruppo di alimenti o il mangiare solo zuppa per cinque giorni, possono sembrare così estreme da essere efficaci. Tuttavia, i risultati sono spesso di brevissima durata e in ultima analisi dannosi per la salute. Quando ci si sottopone a una restrizione calorica e nutritiva prolungata, si può registrare una perdita di peso, ma in molti casi si perdono muscoli oltre al grasso.

Una perdita di peso sostenibile non consiste in misure estreme per lunghi periodi di tempo, ma piuttosto in un processo equilibrato e graduale che inizierà lentamente a manifestarsi fisicamente. La lentezza e la costanza sono sempre la strada da seguire.

L’esercizio mirato a un’area è efficace
Tutti abbiamo visto allenamenti che promettono risultati garantiti in una zona specifica del corpo, come le cosce o gli addominali. Tuttavia, se ci si concentra su una sola area del corpo non è detto che faccia la differenza. Se mangiate ciambelle e hamburger a ogni pasto, non vedrete i risultati dei vostri 5000 addominali.

Dovete perdere grasso in tutto il corpo per vedere una differenza in una zona. Il superlavoro su un’area specifica del corpo, noto anche come “riduzione dei punti”, non renderà magicamente quell’area del corpo più snella del resto.

Concentratevi su un allenamento completo che comprenda tutte le aree del corpo e includa attività di forza e cardiovascolari. Questo approccio onnicomprensivo non solo funzionerà più velocemente, ma porterà a un fisico più equilibrato e tonico.

Tutte le calorie sono calorie

Quando si contano le calorie, si può pensare che tutte le calorie siano uguali. Tuttavia, la realtà è che non tutte le calorie sono uguali quando si tratta di perdita di peso. Anche se il conteggio delle calorie può essere un modo utile per ridurre i chili di troppo, la qualità delle calorie è importante e farà la differenza nel modo in cui il corpo le brucia.

Ad esempio, 50 calorie di mandorle non saranno utilizzate come energia come 50 calorie di Oreo. Più gli alimenti sono densi di sostanze nutritive e ricchi di minerali e vitamine, più energia vi daranno e meno fame avrete più velocemente. In altre parole, scegliere calorie sane invece di quelle vuote aiuterà a frenare l’appetito e, in ultima analisi, a ottenere risultati migliori in termini di perdita di peso.

È necessaria una colazione abbondante

Uno dei più vecchi miti che circondano l’alimentazione e la perdita di peso è l’idea che sia necessario fare una colazione abbondante per sostenere le energie per il resto della giornata. Purtroppo, questo non potrebbe essere più lontano dalla verità.

Quando si inizia la giornata con un picco di zuccheri, si ha più fame in fretta e ci si stanca prima. È per questo che gli esperti giurano sul potere del digiuno mattutino.

Lasciando che il vostro corpo utilizzi la sua naturale riserva di energia derivante dal cibo mangiato il giorno prima, manterrete un livello di glucosio sano e un solido livello di energia fino alla tarda mattinata, fino al pranzo. Inoltre, avrete l’ulteriore vantaggio di essere in deficit calorico dal momento che avete saltato la colazione. Ciò significa che a pranzo potrete essere un po’ più indulgenti con le porzioni e concedervi una porzione più abbondante.